Miglior Prezzo Garantito

Pietro Beretta. Jeux d’Amour

Opera di Pietro Beretta


Con la repentina scomparsa della moglie Annagret, nel 2017, la produzione artistica di Pietro Beretta (Ascona, Canton Ticino, 1942) sembra interrompersi, ma, dopo due anni di silenzio, l’artista realizza una nuova serie, esposta a Jeux d’Amour. Durante un fruttuoso sodalizio ventennale, Annagret Engelberger e Beretta procedevano nel loro fare artistico come una “singolarità collettiva” in questi colti Jeux d’Amour, d’arts and crafts, all’insegna dell’incontro tra la vita e l’arte - come testimoniano le quattro originali sedie “africane” presenti in mostra. Le opere della nuova serie traggono ispirazione dalle correnti artistiche del Novecento, dai Fauves al Cubismo, dall’Astrattismo all’Art Brut e Pop art, dal Nouveau Réalisme alla Cracking Art, e sono realizzate utilizzando come supporto delle cassette lignee di vini pregiati. Un’altra serie affronta con ironia temi della storia recente, oggi più che mai attuali, quali il conflitto in Vietnam e la guerra fredda, l’animalismo, l’ecologia, il pacifismo e la denuncia dell’infibulazione femminile in Africa.



  1. Parole chiave: venezia, mostre, arte.it, nozio business, pietro beretta, spazio san vidal, annagret engelberger