Miglior Prezzo Garantito

Le muse inquiete. La Biennale di fronte alla storia

Renato Guttuso, Bozzetto di scena Atto Secondo, Quadro Primo per Lady Macbeth of Minsk, 1947 | Courtesy of Fondo Artistico


La mostra ospitata al Padiglione Centrale dei Giardini della Biennale è curata per la prima volta da tutti i direttori dei sei settori artistici che hanno lavorato insieme per ripercorrere, attraverso le fonti uniche dell’Archivio della Biennale e di altri archivi nazionali e internazionali, quei momenti in cui La Biennale e la storia del Novecento si sono intrecciate a Venezia. Cecilia Alemani (Arte), Alberto Barbera (Cinema), Marie Chouinard (Danza), Ivan Fedele (Musica), Antonio Latella (Teatro), Hashim Sarkis (Architettura) hanno attinto non solo ai materiali dell’Archivio storico della Biennale e dell’Istituto Luce-Cinecittà e Rai Teche, ma anche ai documenti degli archivi della Galleria Nazionale Arte Moderna di Roma, Fondazione Modena Arti Visive, Archivio Ugo Mulas, Aamod-Fondazione archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, Archivio Cameraphoto Arte Venezia, IVESER Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea, Peggy Guggenheim Collection, Fondazione Ugo e Olga Levi, Centro Sperimentale di Cinematografia Roma, Tate Modern London.



  1. Parole chiave: biennale, giardini della biennale, arte, storia, arte.it, alberto barbera, ivan fedele, cecilia alemani, antonio latella, hashim sarkis, marie chouinard, archivio storico della biennale – asac, giardini della biennale - padiglione centrale